ASSOCIAZIONE ITALIANA DI EPIDEMIOLOGIA - Comunicato stampa Print

epIn concomitanza con il press release dell' Agenzia Internazionale di Ricerca sul Cancro di Lione (IARC) che ha ha classificato la carne lavorata come cancerogena per l'uomo (gruppo 1) e la carne rossa come probabilmente cancerogena per l'uomo (gruppo 2A),

in relazione soprattutto alle evidenze di associazione tra consumi e occorrenza del tumore del colon retto, vengono pubblicati i risultati del primo studio italiano che evidenziano l'impatto per la salute e per l'ambiente della riduzione del consumo di carne rossa in italia. L'articolo รจ pubblicato sul numero di Epidemiologia e Prevenzione di novembre (Riduzione del consumo di carne e delle emissioni di gas serra e benefici per la salute in Italia a cura di S.Farchi, E.Lapucci, P.Michelozzi, www.epiprev.it).

I dati sono stati presentati e discussi nella prima sessione del convegno dell'Associazione Italiana di Epidemiologia "Alimentazione e salute nell'era della globalizzazione" a Milano lo scorso 28-30 Ottobre 2015.