Sorveglianza COVID-19: i dati disponibili e le informazioni Print
info covid19

COVID-19: qui sotto trovate un resoconto di tutti i siti utili per tenersi aggiornati e i dati disponibili.



-Consulta il portale del Ministero della Salute per le ultime notizie, i dati, le raccomandazioni per la popolazione e le FAQ sul COVID-19:
Leggi qui

-Consulta il portale del monitoraggio Covid del Dipartimento Protezione Civile per visualizzare la mappa nazionale e scaricare i dati per provincia e regione:
Leggi qui

-Consulta il sito Epicentro dell'Istituto Superiore di Sanità che coordina la sorveglianza dei dati microbiologici ed epidemiologici forniti dalle Regioni e Provincie Autonome (PA) e dal Laboratorio nazionale di riferimento per SARS-CoV-2 dell’ISS. Giornalmente viene pubblicata l'infografica che sintetizza la diffusione dell’epidemia di COVID-19 in Italia e una descrizione delle caratteristiche delle persone affette:

 https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/sars-cov-2-sorveglianza-dati
Da qui basta cliccare sul link infografica giornaliera. 

Ogni martedì e venerdì viene pubblicato anche un bollettino che, in maniera più estesa, approfondisce le informazioni raccolte.


-Il 17 marzo l’istituto Superiore di Sanità ha pubblicato l’aggiornamento del report ISS sulle caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-2019: l’analisi descrittiva su oltre 3000 deceduti mostra una mortalità maggiore negli uomini tra 50 e 90 anni. Per 355 pazienti è disponibile la storia di patologie pre-esistenti.

Consulta il report sulle caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19.
Viene pubblicato ogni martedi e venerdi:
Leggi qui

-Consulta il sito WHO - World Health Organization per l'aggiornamento costante dei casi di COVID-19 nel mondo:
Leggi qui

-Consulta i rapporti settimanali su "Andamento della Mortalità Giornaliera (SiSMG) nelle città italiane in relazione all’epidemia di Covid-19".

 
-Consulta le mappe di incidenza cumulativa di COVID-19 nel Lazio.
Leggi qui
 
L'ISTAT pubblica i dati di mortalità da gennaio ad aprile per i comuni con un eccesso pari o superiore al 20% rispetto al dato medio dello stesso periodo degli anni 2015-2019.