Modelli statistici per l'analisi delle traiettorie: applicazione nello studio dei farmaci in gravidanza Stampa

modelli gravidanza farmaciPoter descrivere e studiare l’aderenza e la persistenza ad un trattamento farmacologico nel tempo è una delle grandi sfide della farmacoepidemiologia.

Numerosi sono gli approcci analitici proposti dalla letteratura tra cui alcuni metodi innovativi come le traiettorie di trattamento.

È proprio per discutere insieme le potenzialità e i limiti di questi nuovi metodi che il 7 febbraio si sono incontrati al DEP, per una giornata studio, ricercatori dell’università di Pisa e del Piemonte orientale, dell’ARS Toscana, dell’ISS e dell’AIFA.
In particolare durante la giornata è stata valutata la possibilità di utilizzare questo approccio in diversi ambiti di ricerca, tra cui quello dell’uso dei farmaci in gravidanza, nel quale è necessario considerare fattori chiave come la dose e l’evoluzione dell’utilizzo prima e durante la gravidanza.
L’utilizzo delle traiettorie potrebbe permettere di raggruppare tra loro (cluster) le donne che presentano simili dose e frequenza d’uso in gravidanza, valutandone l’associazione con l’insorgenza di patologie neonatali nel bambino.

Il DEP gestisce un progetto multiregionale su questa tematica, il progetto PSO-Mother ( https://www.deplazio.net/it/pso-mother).