• deplazio
    il Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario del Lazio (DEP)
    con sede a Roma è un’istituzione attiva da oltre 30 anni
  • ambientale-valutativo
    il personale del DEP ha specifiche competenze di metodi
    epidemiologici in campo ambientale e valutativo
  • rischi ambientali
    Il DEP fornisce ai decisori le migliori conoscenze epidemiologiche
    per pianificare interventi di riduzione dei rischi per la salute
  • esiti
    Il DEP effettua studi di valutazione degli esiti delle cure sanitarie
  • cure sanitarie
    Il DEP fornisce evidenze per migliorare la qualità
    e l'efficacia delle cure sanitarie
  • inquinamento
    Il DEP valuta i rischi a breve e lungo termine associati
    all’esposizione ad inquinanti atmosferici
  • cambiamenti climatici
    Il DEP valuta l’impatto sulla salute dei cambiamenti climatici
    e degli eventi estremi ad essi associati

Registro Regionale Dialisi e Trapianti Lazio (RRDTL)

Materiale EPISAT PDF Stampa E-mail
 
DATI EPISAT (28 MB - clicca per scaricare i files)
 
L’utilizzo di dati ambientali geo-referenziati a fini epidemiologici è notevolmente aumentato negli ultimi anni, soprattutto grazie allo sviluppo di software per l’analisi geografica ed all’espansione delle risorse hardware che consentono l’elaborazione e l’immagazzinamento di moli di informazioni sempre maggiori.
Un problema inerente l’utilizzo di tali dati in applicazioni diverse è la scarsa confrontabilità dei risultati ottenuti, a causa di una elevata eterogeneità nei dati raccolti e nei metodi adottati per la loro elaborazione. In aggiunta, questi dati e metodologie, seppure facilmente reperibili, sono di impossibile applicazione pratica a causa di limiti strutturali nelle risorse hardware e software disponibili a livello del singolo centro di ricerca.
Per ovviare a questo problema, abbiamo definito un dominio geografico nazionale, con elevata risoluzione spaziale (1 km-2), su cui abbiamo costruito una serie di indicatori ambientali geo-referenziati di possibile utilizzo in applicazioni di epidemiologia ambientale.
In particolare, è reso disponibile lo “shape file” della griglia nazionale di 1 km-2, ed un insieme di indicatori definiti per ogni cella, come dettagliato di seguito
 
  • IDCELL: identificativo della cella 1x1-km del grigliato
  • POINT_X: coordinata X (longitudine) del centroide di cella (sistema di coordinate: WGS84, proiezione UTM32N)
  • POINT_Y: coordinata Y (longitudine) del centroide di cella (sistema di coordinate: WGS84, proiezione UTM32N)
  • COD_REG: codice ISTAT della Regione
  • COD_PROV: codice ISTAT della Provincia
  • COD_COM: codice ISTAT del Comune
  • COMUNE: denominazione del Comune
  • ZONACLIM: zona climatica
    • 1: arco alpino
    • 2: pianura padana
    • 3: alto adriatico
    • 4: appennino
    • 5: alto tirreno
    • 6: medio tirreno
    • 7: basso adriatico e ionio
    • 8: basso tirreno e Sicilia
    • 9: Sardegna
  • POP2011: popolazione residente, censimento 2011
  • PCT_HIGHDE: % di cella coperta da "Zone residenziali a tessuto continuo" (valore CORINE 111)
  • PCT_LOWDEV: % di cella coperta da "Zone residenziali a tessuto discontinuo e rado" (valore CORINE 112)
  • PCT_ARABLE: % di cella coperta da "Seminativi in aree non irrigue" (valore CORINE 211)
  • PCT_CROP: % di cella coperta da "Vigneti, Frutteti e frutti minori, Oliveti" (valori CORINE 221-223)
  • PCT_PASTUR: % di cella coperta da "Prati stabili (foraggere permanenti)" (valore CORINE 231)
  • PCT_AGRIC: % di cella coperta da "Zone agricole eterogenee" (valori CORINE 241-244)
  • PCT_DECID: % di cella coperta da "Boschi di latifoglie" (valore CORINE 311)
  • PCT_EVERG: % di cella coperta da "Boschi di conifere" (valore CORINE 312)
  • PCT_SHRUB: % di cella coperta da "Zone caratterizzate da vegetazione arbustiva e/o erbacea" (valori CORINE 321-324)
  • ISA: densità di superficie impervia (“Impervious Surface Area”, valore tra -1 e 100)
  • ELEVATION: altitudine media (metri)

 

CreativeCommonsEPISAT - "Dati satellitari ed uso del territorio per la stima delle esposizioni a livello nazionale" di Regione Lazio e di Dipartimento di Epidemiologia del SSR, Creative Commons “Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale